fotografia, illustrazione, scultura

Parthenope


La leggenda vuole che il corpo di Parthenope fu portato a Napoli dalle correnti marine. Gli abitanti trovarono la Dea con gli occhi chiusi nel bianco del viso e i lunghi capelli che ondeggiavano tra le acque degli scogli di Mergellina.

Venne così deposta in un grandioso sarcofago, il suo nome venne dato ad un villaggio di pescatori divenendo la protettrice del luogo, venerata dal popolo e onorata con sacrifici e fiaccolate sul mare.

Dal fascino che da sempre Fabio Ricciardiello nutre per questa storia nasce il progetto PARTHENOPE.

Un tributo alla sua terra d’origine.

Scarica il PDF di questo progetto

Condividi sui social